Ucciso e torturato dal patrigno a 8 anni , pensava fosse gay

Gabriel, 8 anni, costretto a mangiare feci e vomito e poi ucciso dal patrigno: “Lo odiava perché pensava fosse gay”

Credeva che il figlio della compagna, di soli 8 anni, fosse gay, così lo tortura e poi lo uccide. Isauro Aguirre, di 32 anni, di Los Angeles. ha prima spruzzato spray al peperoncino negli occhi del piccolo Gabriel, poi lo ha costretto a mangiare le proprie feci e il vomito, lo ha picchiato con una mazza da baseball e alla fine gli ha sparato un colpo di pistola.
CONTINUA A LEGGERE 
http://www.leggo.it/esteri/news/costretto_mangiare_feci_vomito_poi_ucciso_soli_8_anni_patrigno_odiava_perche_pensava_fosse_gay-3309970.html
Ucciso e torturato dal patrigno a 8 anni , pensava fosse gayultima modifica: 2017-10-18T21:53:50+02:00da nonnafra
Reposta per primo quest’articolo