sposa_gelosa

Sei gelosa e golosa? tranquilla ti sposerai lo stesso

Beh se c’è l’hanno fatta Debbie e Steve tutti trovano marito o moglie

Si sposa la donna più gelosa del mondo: costringeva fidanzato alla macchina della verità

Ed è proprio il caso di dirlo, finalmente sposi. La britannica Debbie Wood, considerata la donna più gelosa del Regno Unito e non solo è convolata a giuste nozze con il fidanzato Steve.

La donna, appena 31enne, soffre di un disturbo denominato la sindrome di Othello. Disturbo che la rende gelossisima del suo uomo, al punto da constringerlo al test della verità ogni volta che tornava a casa, per verificare se l’avesse tradita.
Non è tutto. Debbie controlla in maniera compulsiva il partner, frugando nelle sue mail e nel computer.  Nonostante questo Steve è molto innamorato della sua donna e nel giorno più bello ha dichiarato: “Io e Debbie siamo marito e moglie… Ufficialmente… Wow”.

damigelle

PORTA SUA FIGLIA ALL’ALTARE, POI SI FERMA E PRENDE PER MANO UN UOMO !!!!

Tantissimo rispetto per questo padre, se le famiglie allargate fossero tutte cosi ben

vengano, non ci sarebbe niente da dire

 

 

britney

Il giorno del matrimonio, è sempre un giorno speciale, da raccontare negli anni a venire a figli, nipoti e amici. Il matrimonio di Brittany Peck, però, ha sicuramente una marcia in più: si tratta infatti di una storia come non capita tutti i giorni di sentirne, che ha veramente commosso tutti coloro che hanno potuto assistere alla scena. Proviamo a raccontare cosa è successo.

papà di britney

 

La sposa, Brittany Peck, 21 anni, ha una storia familiare come quella di molte altre persone: durante la sua infanzia, infatti, i genitori hanno divorziato e la madre della ragazza si è risposata con un altro uomo.

padre figlia

 

Nonostante le difficili condizioni familiari, Brittany Peck e il suo padre biologico, Todd Bachman, sono rimasti in contatto costante e hanno potuto continuare a costruire un rapporto basato sulla reciproca comprensione e sulla fiducia. Al contrario di quanto (purtroppo) accade troppe volte, la figlia ha fatto in modo di includere il suo padre naturale in tutti i momenti importanti della sua vita.

patrigno

 

Il patrigno della ragazza, Todd Cendroski, seppure con tutte le divergenze che normalmente portano ad essere in conflitto con il precedente marito della compagna, è stato in grado di compiere la scelta responsabile di non ostacolare questo rapporto speciale tra padre e figlia.

Con il passare del tempo, Todd Cendroski, ha deciso di compiere il grande passo e sposare la madre di Brittany, diventando così a tutti gli effetti il patrigno della bambina. Se molte volte questa decisione viene ostacolata in qualche modo dai figli, il clima disteso e di armonia che si è venuto a creare nella famiglia, ha sicuramente aiutato nell’accettazione di questa scelta.

Così, quando è stato il momento del grande passo da parte della stessa Brittany, al matrimonio erano presenti la madre, il padre naturale e anche il patrigno.

Niente di più normale dunque che fosse il padre biologico di Brittany quello destinato ad accompagnarla all’altare. E così è stato: Todd Bachman si stava apprestando a compiere con la figlia il tragitto fino all’altare, quando, a metà strada, si è improvvisamente fermato. Il gesto è parso ai presenti abbastanza inspiegabile, finché l’uomo non è andato verso gli invitati e ha preso per mano un altro uomo.

padre padrigno

Questo uomo altri non era che Todd Cendroski, il patrigno della figlia. Con grande sorpresa da parte di tutti i presenti, sono statientrambi gli uomini ad accompagnare Brittany sino all’altare.

padre figlia patrigno

 

Il padre della ragazza, infatti, ha pensato che siccome sua figlia ha sempre avuto amore ed affetto anche da parte del patrigno, anche quest’ultimo avesse tutto il diritto di accompagnarla. Il patrigno ha commentato, in seguito, che quel momento è stato un momento davvero speciale, il giorno più bello della sua vita, poichésono diventati veramente una famiglia, comprendendo che le esigenze della figlia vengono prima di qualsiasi altra cosa.

stima

 

Poiché ogni giorno sentiamo storie di famiglie dilaniate da rancori ed odio, possiamo dire che immagini come questo esempio di coesione familiare ci donano speranza e fiducia nel futuro.

http://donna.fidelityhouse.eu/coppia/porta-sua-figlia-allaltare-poi-si-ferma-e-prende-per-mano-un-uomo-resterete-senza-parole-194204.html/5?vers=94dafe925fdc80dc9e6d784d4c506f14

Raggi arrivo con la Fascia Tricolore in Laterano

ROMA; IL PRIMO MATRIMONIO GAY DELLA RAGGI CON LA CIRINNA’

La Raggi Unisce La Prima Coppia Gay Con La Cirinnà

1 LUG , 2016

Tocca a Virginia Raggi, sindaca della capitale d’Italia, mettere la firma sulla prima unione civile gay celebrata nella città culla del cattolicesimo con la formula prevista dalla legge Cirinnà entrata in vigore il 5 giugno scorso. Non è ancora chiaro se l’unione verrà proprio celebrata dalla Raggi, ancora alle prese con una gestazione incredibilmente faticosa della nuova giunta, o se l’incombenza sarà passata a un altro consigliere comunale. Al momento la sindaca ha nominato un suo delegato, un dipendente della amministrazione comunale capitolina,Giuseppe Simeri, a gestire le pubblicazioni esattamente come si fa con le nozze civili. Ieri è scaduto iol termine per eventuali opposizioni, e quindi i due contraenti potranno regolarmente celebrare la loro unione civile.

desariovillarusso2

I primi romani a farlo dopo l’approvazione della Cirinnà sono Raffaele Villarusso e Luca De Sario. Il primo è un regista televisivo poco più che quarantenne, originario di Cerignola in provincia di Foggia, che si è formato presso il Pratt Institute di New York e ha lavorato anche per la Rai. Il secondo è un grafico non ancora trentenne che si è specializzato nel web e anche nel settore cartaceo tradizionale, dopo avere studiato all’Accademia delle arti e nuove tecnologie e lavorato anche un anno a Roma per lo stesso Pratt Institute.

desariovillarusso1

Fidanzati già da qualche anno Raffaele e Luca non hanno nascosto la loro unione, rendendola evidente anche attraverso i rispettivi profili facebook. E da quelli si coglie anche una certa religiosità del più giovane dei due: Ma sui social né l’uno né l’altro hanno divulgato la notizia del passo, che in qualche modo è storico essendo la prima coppia gay di Roma ad unirsi civilmente.

Secondo la nuova legge approvata definitivamente in Parlamento lo scorso 11 maggio Raffaele e Luca davanti alla Raggi o all’ufficiale di stato civile che lei avrà delegato formalizzerano la loro unione alla presenza di due testimoni, scegliendo in quel momento se mantenere entrambi il cognome di origine oppure unificarli con uno dei loro due cognomi. Per la legge dovranno offririsi a vicenda assistenza morale e materiale, e coabitare. Ma non sono tenuti al vincolo di fedeltà reciproca previsto invece dal matrimonio tradizionale. Come due sposi potranno scegliere se mettere in comune o meno i propri beni, decidendolo proprio quel giorno e potranno avere gli stessi diritti successori e pensionistici di due sposi: la reversibilità dell’assegno previdenziale e il Tfr.

raffaelevillarusso

Probabile che la Raggi ci tenga ad essere presente quel giorno, visto che già nella scorsa consigliatura era stata fra i pochissimi a dare la sua disponibilità all’allora sindaco Ignazio Marino per officiare la trascrizione provocatoriamente voluta ante legem in un contestatissimo registro di coppie di fatto. Vero però che il M5s scelse in extremis di non votare la fiducia al governo sulla Cirinnà, probabilmente anche per non alienarsi a poche settimane dalle elezioni il gradimento dell’elettorato cattolico o conservatore.

unionecivileetero

Nelle pubblicazioni del comune di Roma, nuovo registro unioni civili, c’è già una seconda richiesta, a cui ci si potrà opporre fino al prossimo 6 luglio. E anche questa potrebbe diventare un primato, perché sarà un’unione civile eterosessuale. A optare per questa formula al posto del matrimonio tradizionale una coppia di romani già convivente e con figli, che ha pure una certa notorietà. Lui infatti è Luca Scortichini, ultima generazione (classe 1977) di una famiglia di famosi ristoratori. Con il papà guida il ristorante Le Colline Emiliane, uno dei più apprezzati e frequentati della capitale (zona Barberini), fondato nel 1931 da due bolognesi e rilevato nel 1967 dal nonno di Luca.

francesca casale2

La deliziosa compagna e mamma di qualche anno più giovane è Francesca Casale, con la quale avrà le stesse identiche possibilità giuridiche sopra descritte per Raffaele e Luca: cognome comune, separazione o comunione di beni, regolazione di regime successorio e previdenziale, assenza di obblighi di fedeltà per legge (ma questi sono originati comunque dal diritto naturale con cui normalmente si forma la gran parte delle coppie). Auguri dunque ai primi e ai secondi, che sicuramente passeranno alla storia in Italia.

http://limbeccata.it/segreti/la-raggi-unisce-la-prima-coppia-gay-con-la-cirinna/

sposa bambina

A ROMA LA SIMULAZIONE DI UN MATRIMONIO TRA UNA BIMBA DI 10 ANNI E UN ANZIANO

OGGI SPOSI 
OK , OTTIMA PROPAGANDA PER  QUESTA ORRIBILE TRADIZIONE DOVE MOLTE  VOLTE LA BAMBINA MUORE PER UN’EMORRAGIA LA  PRIMA NOTTE DI NOZZE MA  ANDREBBE FATTA SENZA CHIEDERE SOLDI A NESSUNO Amnesty International – Italia  DOVEVATE  FARLO SENZA AVERE UN TORNACONTO , AVRESTE OTTENUTO DI PIU’
CLICCA  PER IL VIDEO 
https://www.facebook.com/AmnestyInternationalItalia/videos/vb.39993728498/10153220154188499/?type=2&theater
Questa mattina, a Roma, si è tenuta la simulazione di un matrimonio precoce e forzato. Il matrimonio tra una bambina di 10 anni e un uomo molto più grande è però una terribile realtà in molti paesi del mondo.

I matrimoni precoci e forzati sono un fenomeno da contrastare e bandire. Sino al 1° novembre è possibile donare al 45594 per difendere e proteggere le bambine dai matrimoni forzati e da altre forme di violenza.

‪#‎maipiùsposebambine‬